02.Esecuzioni e traduzioni

Che cosa si possa trasferire da una lingua a un’altra, da un sistema di immagini e di pensiero a un altro, è questione antica quanto la lingua, l’uomo e la poesia – questione tanto più grave quando si tratta di tradurre versi. In anni di esercizio, Joe ha maturato una concezione della traduzione in versi come una necessaria interpretazione, una critica del testo in atto. Spingendo oltre questa concezione, da qualche anno affianca a traduzioni più fedeli esecuzioni più spinte, che quasi dimenticano il testo originale tentando di traslarne e rappresentare nucleo tematico e immagini in lingua e forma attuali. Qualcosa di diverso anche da un’imitazione, di più simile forse a ciò che in musica leggera si chiama cover.
Qui si trovano, scaricabili e condivisibili, alcuni dei tentativi più riusciti o interessanti.

Auden, Sext – Parte I
Thomas, La forza che attraverso il verde fuso…
Pound, Canto XLV – Con usura
Goethe, Odi all’amico

 

(© Daniele Gigli – Condivisione autorizzata a fini non commerciali citando la fonte)